Chinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianRussianSpanish

Il nostro blog

  • 06/06/2022

Cosa fare se in un condominio non c’è il regolamento?

In un condominio, il regolamento racchiude tutte le norme relative all’uso dei beni comuni, ai diritti e agli obblighi dei condomini. Serve a regolare la vita del condominio, attraverso le regole da seguire, sulla ripartizione delle spese, il decoro del palazzo, ecc.

Ma è possibile trovare un condominio senza regolamento? Scopriamolo.

Regolamento condominio: che valore ha?

Il regolamento condominiale serve a mettere nero su bianco le regole di buonsenso che dovranno essere rispettate da tutti i proprietari, nonché a stabilire i compiti aggiuntivi a carico dell’amministratore, oltre a disciplinare mille altri comportamenti relativi alle spese e al decoro degli spazi comuni.

Dove trovare il regolamento condominiale?

Il regolamento di condominio, una volta approvato, deve essere allegato al registro dei verbali delle assemblee condominiali. Nel caso di acquisto di un immobile il venditore dovrà fornire il regolamento di condominio al compratore, allegandolo all’atto di compravendita insieme alla planimetrie dell’immobile.

Una copia del regolamento condominiale sarà presente presso lo studio del notaio che ha rogitato l’atto di compravendita; sarà inoltre presente presso l’archivio notarile, a cui sarà possibile richiederne una copia in caso di smarrimento, e presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari.

Ovviamente l’amministratore di condominio possiede una copia del regolamento condominiale.

Quando è obbligatorio

In base all’art. 1138 comma I c.c., il regolamento è obbligatorio quando i condomini sono più di dieci. Al di sotto di questa soglia il Legislatore è fiducioso che le persone coinvolte possano trovare un punto d’accordo sulle varie necessità di condominio, senza dover ricorrere al a stesura di regole.

Condominio senza regolamento. in quali casi

Se i condomini sono meno di dieci, chi vuole che il proprio palazzo sia dotato di regolamento deve chiedere all’amministratore di mettere all’ordine del giorno tale questione oppure, se non vuole attendere la prima assemblea utile, deve richiedere la convocazione dell’Assemblea straordinaria.

Una volta convocata l’Assemblea, è necessario che i partecipanti approvino il regolamento con la maggioranza qualificata. Nel caso in cui qualcosa vada storto (assemblea deserta, delibera negativa, mancanza del numero legale, ecc.), se il condominio ha meno di dieci abitanti non è possibile fare nient’altro.

Fonte: Immobiliare.it